IL RICHIAMO DELLE VETTE

I nostri suggerimenti per le escursioni

 
1
L'Alta Via di merano - Monte s. caterina all'Eishof - fino a Plan
PNG_200403_skizze_wanderung_Katharinaber

Due tappe in due giorni: 

1° tappa: da Katharinaberg (Monte S. Caterina) all'Eishof in circa 4,0 ore (ca. 13 km)

2a tappa: dall’Eishof a Pfelders (Plan) in circa 6,5 ore (circa 17 km)

 

A Katharinaberg seguiamo prima le indicazioni per l'Alta Via (segnavia 24) lungo la strada asfaltata.  Al bivio, seguire la segnaletica n.28 a sinistra, che segna la salita fino all'incrocio con l'Alta Via. Lungo il maso Montferthof e attraverso il fitto bosco di larici il sentiero ci porta alla malga Vorderkaser Alm, dove inizia il fondovalle della Val di Fosse. Dalla malga Vorderkaser (Casera di Fuori) in un'ora e mezza si arriva all'Eishof, che si trova in una posizione idilliaca nella conca della valle, e ci si ferma lì per la notte.

 

Il giorno dopo proseguiamo la nostra passeggiata nella valle, dove l'ampio sentiero escursionistico diventa più stretto e ripido e attraversa il torrente Pfossentalbach più e più volte. Al successivo incrocio il sentiero prosegue a serpentina verso Eisjöchl (Passo Gelato) a 2.895 m. Da qui si vede già il rifugio Stettiner Hütte con il suo lago di montagna blu-verde, che raggiungiamo dopo pochi minuti di discesa. Di fronte alle cime Hohe Wilde e Hohe Weiße, il sentiero scende a zig-zag verso la malga Lazinser Alm. Da qui una strada forestale ci porta allo Zeppichl per Pfelders (Plan).

2
Da Vorderkaser (Casera di Fuori) al maso Eishof
PNG_200403_skizze_wanderung_VorderkaserA

Durata: 2 ore

Distanza: 4 chilometri

Dalla locanda Vorderkaser (Casera di Fuori) seguiamo il segnavia 39 e percorriamo l'ampia strada sterrata in moderata salita attraverso i larici verso valle. Il vecchio sentiero della valle ci conduce dopo circa un'ora all'ex maso Mitterkaser (Casera di Mezzo) a 1.954 m. Proprio come il maso Rableidhof, una stazione di ristoro, che passiamo poco dopo. Quasi in piano si prosegue verso valle e dopo altri 45 minuti si raggiunge il maso Eishof. Dopo un piccolo rinfresco torniamo sulla strada in un'ora e mezza. (Adatto per carrozzine)

3
Dal maso Eishof al valico Johannesscharte e al rifugio Lodnerhütte 
PNG200403_skizze_wanderung_EishofLodnerH

Durata: 5 ore

Distanza: 8,00 chilometri

Dal maso Eishof, il sentiero segnato 25 ci porta a valle in una piacevole salita verso l’Eisjöchl (Passo Gelato). Dopo poco più di un'ora lasciamo il sentiero a ca. 2.500 m e giriamo a destra sul segnavia 8. A 2.854 m saliamo su pietrisco fino al valico Johannesscharte, assicurati dalla corda. Si trova direttamente ai piedi della cresta ovest della cima Kleine Weiße (Cima Bianca Piccola) e non deve essere confuso con il taglio occidentale in feritoie. Il sentiero è abbandonato a causa del pericolo di caduta di rocce. Da qui si scende prima ripidamente e poi su tornanti su un sentiero ben tracciato. Infine si esce dalla valle attraverso il sentiero Johannesweg (Sentiero di Giovanni) fino al rifugio Lodnerhütte (Rifugio Cima Fiammante) fino a 2.259 m. Questa è un'ottima alternativa all’Alta Via di Merano.

Eishof_Pfossental_Südtirol_MeranerHö
Eishof_Pfossental_Südtirol_MeranerHö